Come Scegliere un Notebook per Lavoro

Il tuo vecchio computer si è danneggiato e ora non sai come scegliere un notebook per lavoro? Prima di suggerirti il migliore della categoria, il primo step da compiere è quello di accertarsi le tue esigenze e quali caratteristiche cerchi in un dispositivo informatico.

Chiaramente sai bene che i PC portatili si distinguono in diverse sezioni per via del loro utilizzo: da gaming, per fare musica, per realizzare grafiche da paura o per la propria attività professionale. Ma quindi, quali sono le osservazioni da fare per capire qual è quello ti rispecchia?

Come Scegliere un Notebook per Lavoro: quali sono le differenze?

Tanto per cominciare, la prima domanda a cui puoi dare solo tu una risposta è: “quali sono le caratteristiche che cerco nel mio notebook ideale?”. I lavori che si possono effettuare al computer sono veramente tanti.

Sei un copywriter? Allora ti servirà il miglior notebook per scrivere, ti occupi di programmazione? Allora il tuo PC ideale dovrà essere potente ma soprattutto avere il sistema operativo di tuo interesse. Come vedi, le esigenze sono davvero tante, ma noi ti aiuteremo a scegliere il migliore.

Meglio un Macintosh, Linux o Windows?

Se ti stai domandando come scegliere un notebook per lavoro, forse starai sottovalutando le differenze dei sistemi operativi. Il mondo Windows si distacca terribilmente da quello Macintosh e lo stesso vale per Linux. Ma analizziamo un po’ di differenze:

  • Windows: se non hai esigenze particolari, l’OS di Microsoft è certamente il migliore e quello che accomuna un po’ tutti. Viste le migliorie con Windows 10 sarebbe meglio preferirlo rispetto ai suoi precedessori.
  • Linux: adatto soprattutto agli smanettoni informatici, che vogliono avere libero accesso al sistema, tanto che quest’ultimo è definito come freesoftware. Tutti possono installarlo insieme ad operative system come Microsoft e MacOS, con la differenza di poter modificare ciò che si vuole.
  • macOS: ideale per ogni professionista che desidera un PC portatile le cui funzioni sono tutte a portata di mano. Ancor più consigliato per videomaker e grafici pubblicitari.

Quanto dev’essere grande lo schermo?

Nonostante le dimensioni del display possano sembrare soggettive, anche in questo caso se utilizzerai il notebook per lavoro, ti consigliamo di far ricadere la scelta su uno schermo non troppo piccolo. Anche 1415 pollici può essere quello giusto per te.

Tieni conto che a seconda della grandezza, anche il prezzo può variare. Il fattore che però influenzerà maggiormente la tua scelta sarà relativo alla sua risoluzione. Il minimo indispensabile che consigliamo oggi, è certamente un Full HD da 1920×1080.

Velocità e altre caratteristiche hardware

Potenza e velocità non vanno mai sottovalutati in nessun caso, sia che tu voglia scegliere un notebook per lavoro, che per qualsiasi altra esigenza. Qualche soluzione pratica e veloce:

  • HHD o SSD: certamente SSD, perché? Rispetto al tradizione hard disk (disco rigido), questa memoria d’archiviazione avanzata consentirà l’uso del computer ad una velocità invidiabile.
  • RAM e MHz: maggiori saranno questi valori, più potente sarà il notebook. La potenza minima consigliata, affinché il dispositivo non dia problemi è di scegliere una RAM da 4GB a salire e di tipo DDR3, ancor meglio se DDR4.

Ultimo fattore ma non per importanza, l’autonomia della batteria. Leggi sempre quante ore promette il produttore, fa sì di scegliere un computer portatile che ti garantisca almeno sei ore d’uso continuo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *