Facebook Chiude l’anno 2018 nel Peggior dei Modi: Zuckerberg Spiega

Anno 2018 brutto per Facebook, Mark Zuckerberg dà la soluzione

L’anno 2018 per Facebook è stato uno dei periodi neri che un social network può attraversare. Mark Zuckerberg a tal proposito, ha voluto chiudere con una lettera di “auguri” speciale. Il contenuto infatti spiega quali problemi dovrà affrontare la piattaforma, con le conseguenti soluzioni.

Purtroppo per il team di sviluppo e per il CEO del social faccia-libro, per risolvere ogni problema interno potranno servire anni. Ma quali sono gli ostacoli che Facebook dovrà affrontare per garantire la massima sicurezza ad ogni utente?

Facebook 2018: tutti i danni subiti in questo arco di tempo

Risolvere i problemi di Facebook è una sfida che richiede più di un anno. Abbiamo stabilito piani pluriennali per rivedere i nostri sistemi“. Queste le parole dell’imprenditore che attualmente gestisce anche altre piattaforme, quali: Instagram, Messenger e Whatsapp.

Dopo lo scandalo di cambridge analytica, secondo cui Zuckerberg avrebbe fornito milioni di dati sensibili, senza il loro consenso, l’anno 2018 è stato il più terribile per Facebook. Ad oggi la piattaforma dovrà prevedere un piano basato su più anni, per risolvere i bug sulla privacy degli utenti.

I problemi per la piattaforma americana non sarebbero finiti qui, infatti facendo un piccolo riepilogo, il Chief Executive Officer del social dovrebbe affrontare e risolvere le suddette problematiche:

  • Nel mese di luglio, Facebook avrebbe subito un drastico calo in borsa;
  • Durante il secondo trimestre, le registrazioni al social network hanno subito un calo in tutta Europa, ma il dato più preoccupante si è verificato in Canada e negli Stati Uniti d’America;
  • Un po’ di manager aziendali hanno mollato l’azienda statunitense mettendola in difficoltà, proprio in quei reparti un cui vi era forte necessità;

Proprio su quest’ultimo punto andrebbe fatta una doverosa premessa: sempre durante quest’anno, altri amministratori hanno mollato il carico manageriale per le piattaforme Whatsapp, mentre i fondatori Mike Krieger e Kevin Systrom hanno abbandonato Instagram.

Le soluzioni secondo Mark Zuckerberg

L’imprenditore che ha dato vita a Facebook, sul suo profilo social vuol rasserenare gli utenti (nonostante il periodo nero che attualmente la sua piattaforma sta attraversando) comunicandogli che tali problematiche verranno risolte.

Per farlo ha elencato i punti su cui il suo team lavorerà costantemente:

  • Eliminare i profili fake grazie ad un team dedicato a tale mansione;
  • Grazie alle partnership con i fact-checkers, Facebook impedirà l’accesso di numerose informazioni alle applicazioni che richiedono (previo consenso) l’accesso ad esse tramite il social;

Nonostante le due soluzioni presentate, Zuckerberg ci tiene a sottolineare che “Alcuni problemi, tra cui l’interferenza elettorale e gli incitamenti all’odio non potranno mai essere completamente risolti“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *