Galaxy X; Il nuovo Gioiello di Casa Samsung

Dopo una lunga attesa e qualche notizia confusionaria, possiamo finalmente parlare di un nuovo Samsung, il cui lancio avverrà nella prima metà del 2019. In questo caso però, non parliamo dei canonici smartphone, bensì di una tecnologia completamente nuova che è già riuscita a creare grande scalpore, interesse e curiosità da parte degli utenti: stiamo parlando del display pieghevole, conosciuto anche con il nome di foldable display.

Ancora prima di iniziare a parlare delle caratteristiche e dei miglioramenti che sono stati apportati al nuovo modello, ci teniamo a sottolineare che in questa guida faremo riferimento a questo smartphone con il soprannome di Samsung Galaxy X, nonostante la casa sudcoreana non abbia ancora svelato il reale nome del nuovo device. Sebbene il telefono non abbia ancora un nome che possa essere definito ufficiale quindi, il display flessibile rimane una garanzia. Altri nomi plausibili per il nuovo smartphone, al momento, sono Samsung Galaxy F, Samsung Galaxy Fold e il Samsung Rize, ma è ancora troppo presto per poter dare indicazioni precise riguardo a questo elemento.

Intanto possiamo anticipare a gran voce che quella dello schermo flessibile sarà un tecnologia che non coinvolgerà solamente il mondo degli smartphone, ma che verrà applicata anche ad una serie di dispositivi come tablet e computer, segnando un nuovo inizio per il mercato tecnologico.

 

Il display

Il nuovo e moderno smartphone della casa sudcoreana presenta due schermi OLED, e nonostante vi sia la possibilità di piegarne uno, Ë proprio Samsung ad affermare che il display funzionerà in modo molto simile ai modelli già presenti sul mercato. Per quanto riguarda le dimensioni, il Galaxy X dispone di uno schermo da 4.5 pollici, la cui parte anteriore sarà conosciuta come Cover Display. Quanto all’estetica, il modello sembrerebbe disporre di cornici piuttosto ampie nella parte superiore ed inferiore dello schermo, ma il punto forte di questo smartphone risiede esattamente nell’opportunità di utilizzare un secondo schermo grande quasi il doppio, offrendo una user experience del tutto unica ed innovativa.

Grazie a questa tecnologia, lo smartphone offrirà la possibilità di utilizzare uno schermo da 7,3 pollici –Flex Display– senza troppa difficoltà: il device, infatti, si apre esattamente come un libro, offrendo un display molto più grande per poter amplificare l’esperienza di gioco, visione di film o di semplice utilizzo. In questo senso inoltre, Samsung parla di una funzionalità chiamata finestra multi-attiva, in quanto grazie alla nuova ampiezza dello schermo è possibile eseguire fino a tre applicazioni affiancate.

Inoltre, sempre per quanto riguarda l’utilizzo delle applicazioni, grazie al software aggiornato, quelle mostrate sul display da 4,6 pollici verranno traslate automaticamente sullo schermo più grande al momento dell’apertura del Galaxy X. Questa tecnologia Ë stata messa a punto da Samsung per andare incontro alle esigenze degli utenti, che nel corso degli anni hanno sviluppato sempre più la necessità di avere tra le mani un device dallo schermo grandema che al contempo fosse anche comodo e facile da trasportare.

La casa sudcoreana infatti, sottolinea che il display può essere srotolato infinite volte senza alcun danneggiamento, e che la dimensione completa del telefono offrir‡ quasi le stesse funzionalità di un tablet, mentre quella ridotta offrirà maggior confort per quanto riguarda il suo trasporto. La pieghevolezza dello schermo quindi, non rimane solamente un fattore estetico importante, ma anche funzionale, che migliora la tua esperienza di utilizzo. Infine, l’ultimo elemento da tenere in considerazione circa il display del telefono riguarda la sua impermeabilità, una funzione già messa a punto da Samsung per gli altri suoi modelli, ma che potrebbe risultare difficoltosa se applicata ad uno schermo pieghevole.

La fotocamera

Quanto a componente hardware della fotocamera, purtroppo non vi sono ancora molte notizie a riguardo. In realtà, molti sostengono che a causa del display pieghevole la qualità della fotocamera potrebbe leggermente risentirne, poiché adattare le varie tecnologie ad uno schermo del tutto innovativo potrebbe non essere semplice. Se però teniamo in considerazione che Samsung produce alcune delle migliori fotocamere per smartphone, siamo sicuri che la casa sudcoreana troverà il modo per far quadrare tutte le tecnologie in un solo device. Stando alle notizie e alle voci che si sentono circa il fattore telecamera, il Galaxy X dovrebbe essere dotato di due o tre fotocamere, un elemento che porterebbe il costo del telefono ad un livello ancora superiore.

L’obiettivo delle telecamere dovrebbe presentare un teleobiettivo da 20MP con apertura f / 1.8, ma la caratteristica che va sottolineata rimane sicuramente la possibilità di utilizzare la stessa fotocamera quando il display viene ripiegato in modalità smartphone. L’unione di un display pieghevole dunque, insieme a delle telecamere all’avanguardia, offrirebbero una user experience mai sperimentata prima, legata ad un’eccellente profondità di campo, nitidezza e colori realistici.

Il software

Dal momento che Samsung ha pensato ad uno smartphone innovativo, lo sviluppo del software Ë andato di pari passo alle nuove tecnologie applicate al device. Proprio in vista del lancio del Galaxy X infatti, Samsung ha rivisto sia la grafica dell’interfaccia, sia le sue funzionalità, andando a sostituire il rinomato Touch Wiz con One UI, che consente un utilizzo ancora pi˘ semplice ed intuitivo degli smartphone Samsung.

L’Infinity Flex Display insieme a One UI quindi, regala un nuovo tipo di esperienza mobile, che con uno smartphone normale non avresti avuto la possibilità di vivere, basato principalmente sul maggior controllo dei gesti. Quanto al sistema operativo invece, Samsung rimane fedele ad Android 9 Pie, l’ultimo aggiornamento relativo al software, e per gli utenti che possiedono uno smartphone Samsung con questo software, sarà possibile già dal mese prossimo utilizzare la nuova interfaccia One UI.

Per alimentare il device invece, in termini di processore, la casa sudcoreana farà riferimento al successore di†Qualcomm Snapdragon 845: parliamo di Snapdragon 851, un processore che garantisce qualità in termini di velocità di caricamento e funzionamento, senza dare problemi legati al rallentamento o ad una visione del display che funziona a scatti. Questo, nello specifico, Ë merito della RAM, molto spaziosa ed equipaggiata, specialmente per coloro che sono soliti utilizzare più applicazioni nello stesso momento. Quanto alla memoria e all’archiviazione, nel telefono saranno installati 4 GB – 6 GB con le classiche opzioni da 64 GB e 128 GB, mentre per quanto riguarda i 256 GB dobbiamo attendere ancora qualche momento per poterne parlare.

Infine, parlando sempre di elementi di cui non abbiamo ancora sicurezza, lo smartphone potrebbe presentare la connettività 5G, un lettore di impronte digitali sullo schermo e la ricarica wireless, un ulteriore passo in avanti a livello di comodità, funzionalità e tecnologia.

 

La vita della batteria

Anche per quanto riguarda la qualità e la durata della batteria, Samsung non delude le aspettative: il nuovo Galaxy X infatti, comprenderà due batterie da 3.100 mAh, portando la capacità totale a 6.200 mAh. In poche parole, per farti capire quanto sia grande il miglioramento di cui stiamo parlando, ti basterà pensare che la capacità di batteria del Note 9 e del Galaxy S9 sono rispettivamente di 4.000 mAh e 3.500 mAh. In realtà però, a differenza dei suoi predecessori, il Galaxy X dispone di un’ampia quantità di spazio sullo schermo da dover alimentare, e di conseguenza, il numero di 6.200 mAh non risulta essere poi cosÏ sorprendentemente alto.

La durata della batteria dunque, dipenderà dal modo in cui Samsung riuscirà ad ottimizzare l’hardware ed il software per l’utilizzo di energia, tenendo in considerazione il tempo medio di utilizzo da parte degli utenti dello schermo completamente spiegato o arrotolato. Inoltre, la durata della batteria sarà influenzata anche dalla connettività del telefono: un portatile 5G Ë molto più potente di un 4G, anche se in realtà non abbiamo ancora avuto conferma del portale che verrà installato sul device. Ad ogni modo, siamo sicuri che la batteria del telefono, a differenza del display, non sarà pieghevole.

Quanto costa il Galaxy X?

Come tutti gli smartphone di ultima generazione, anche questo modello presenta un costo piuttosto elevato, sopratutto a causa delle innovative tecnologie legate al display pieghevole, alle funzionalità delle fotocamere e all’interfaccia intuitiva. Il Galaxy X quindi, senza girarci troppo intorno, non sarà un device economico, anche se tutt’ora la casa sudcoreana non ha confermato il prezzo finale.

Questa categoria di telefoni pieghevoli infatti, sarà inizialmente considerata una serie limitata, un device di nicchia, motivo che spinge ulteriormente il costo finale dello smartphone. A livello pratico, il prezzo del Galaxy X dovrebbe essere intorno ai due milioni di won coreani, circa 1.500 euro tasse escluse, ma ci teniamo a sottolineare che queste previsioni dovranno essere confermate da Samsung al momento del lancio dello smartphone, che dovrebbe avvenire intorno a metà febbraio 2019.

In conclusione

Tirando le somme, dopo aver toccato tutti i punti salienti relativi al nuovo smartphone, per ora rimane ancora un mistero capire se vale la pena avvicinarsi a questo tipo di tecnologia e se sopratutto la spesa vale il device. In realtà però, nell’ultimo periodo non si fa altro che parlare di questa nuova nicchia di smartphone, che dovrebbe permeare la quotidianità della maggior parte degli utenti. Inoltre, negli ultimi anni le case produttrici di smartphone non hanno fatto altro che migliorare le funzionalità dei propri device, andando sempre di pi˘ incontro alle necessità reali dei propri consumatori, sia in situazioni di vita privata, che lavorativa.

 

Maurizio Festa

Maurizio si occupa di Web e di Mondo Digitale da parecchi anni, apre Supercellulari nel 2018 per provare a spostare l'asticella dell'interesse commerciale su argomenti meno noti alla massa è più di settore.

Read Previous

Google presenta la sua estensione su Chrome, che valuta le password

Read Next

Apple Costretta a Cambiare iPhone 7 e 8 per Ri-Venderli Germania

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *