In casa Huawei tensione dopo l’arresto della figlia del fondatore, i motivi?

Arrestata CFO Huawei, meng wanzhou, i motivi

La notizia dell’arresto della Chief Financial Officer di Huawei, Meng Wanzhou, le critiche nei confronti del colosso cinese non sembrano esser terminate, anzi tutt’altro. Ma quale sarebbe stato il motivo della carcerazione della figlia del fondatore del colosso produttore di smartphone cinesi?

Secondo i giornali di grosso stampo come Wall Street Journal e New York Times, Wanzhou avrebbe “ignorato e violato” la legge emessa da Washington, che prevedeva il divieto di vendere  gli smartphone Huawei in determinati paesi che rientrerebbero nella “black list“, tra questi l’Iran.

Stati Uniti d’America in conflitto con la Cina dopo lo scandalo dell’arresto di Meng Wanzhou

Da un lato Huawei difende Wanzhou che rischia di esser estradata negli Stati Uniti d’America a causa delle violazioni in merito alle recenti sanzioni applicate da Washington contro l’Iran. La società avrebbe inviato una lettera di giustificazione al China Daily.

Il contenuto metteva in evidenza la “politica errata e irragionevole” degli USA, che secondo l’impresa cinese non vorrebbero contribuire alla crescita economica grazie anche all’aiuto del resto dei paesi delle altre parti del mondo.

Il senatore del partito repubblicano insieme all’insegnante della Hofstra University Law School, Julian Ku, entrambi sostengono che “la legge statunitense proibisce l’esportazione di alcune tecnologie di origine statunitense verso certi paesi”.

Inoltre anch’essi sostengono che la legge americana ha dei patti chiari con Huawei: nonostante quest’ultima acquistasse le licenze per utilizzare le tecnologie degli USA, in alcuni paesi come l’Iran la vendita di tali dispositivi sarebbe proibita.

Gli USA stanno compiendo “estorsione” nei confronti di Huawei?

Donald Trump starebbe affrontando l’arresto della CFO di Huawei cercando di rimettere a posto i conti, che in precedenza non erano stati rispettati. Tanto per cominciare la società con sede a Shenzhen dovrà regolarizzare le sanzioni piuttosto pesanti inflitte nei loro confronti.

I motivi della carcerazione di Wanzhou, nonostante non fossero stati dichiarati espressamente (tanto che Huawei replica di non esser al corrente di nulla) avrebbero peggiorato la situazione commerciale dell’impresa cinese.

C’è chi pensa perfino, che il presidente degli Stati Uniti d’America stia attuando approfittando della situazione per attuare strategia maligna contro Huawei e per far sì che il loro mercato della vendita di device cinesi possa crollare.

Huawei nomina la nuova CFO che sostituirà momentaneamente Meng Wanzhou

Subito dopo che la figlia del fondatore Huawei è stata arrestata, la società ha dovuto mettersi ai ripari ed è accorsa alla nuova nomina del CFO che sostituirà Meng Wanzhou, il suo nome è Liang Hua.

Nonostante ciò la società cinese di Shenzhen afferma che questa situazione non cambierà certamente i suoi piani, né le partnership stipulate in precedenza con i fornitori e aziende situate in tutto il mondo.

A questo punto, a causa delle forti tensioni tra USA e Cina, non è chiaro fino a quando le borse potrebbero crollare causando un grave danno a livello nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *