Iphone unlocked USA funzionano in Italia?

Qualche tempo fa abbiamo già parlato di questa opportunità di acquistare gli Iphone fuori dall’Italia, molte volte durante i nostri viaggi ci capita di vedere che gli Iphone costano qualcosa in meno per via delle varie tassazione locali molto più basse rispetto all’Italia, ma se ti trovassi in America, ti imbatterai in negozi di elettronica che vendono “iPhone unlocked“. In pratica sono dei melafonini americani sbloccati per essere utilizzati anche in Italia. Ma siamo sicuri che una volta rientrati, funziona? Cerchiamo di fare chiarezza.

Nonostante tu ti sia già fatto i tuoi calcoli, allo stesso tempo vorremmo illustrarti quanto possa essere il reale risparmio qualora si acquistasse un iPhone americano per poi usarlo in Italia. Precisiamo che il prezzo varia dal modello, in ogni caso potranno risparmiare da un minimo di 200 fino ad arrivare anche a 300 euro.

Cosa osservare di un iPhone americano per usarlo in Italia?

Come abbiamo accennato, ci sono diversi fattori che influenzano l’utilizzo di un iPhone americano sul territorio italiano. Prima di comprarlo, ti suggeriamo a tal proposito di analizzarli uno per uno.

Le reti: GSM o CDMA?

L’acronimo di CDSMA sta per “code division multiple access“. Ovvero un tipo di protocollo di rete, che viene utilizzato maggiormente sul territorio americano. Di conseguenza, qualora un iPhone newyorchese o statunitense lo utilizzi, in Italia potrebbe non funzionare.

La soluzione migliore è quella di verificare se il device di Apple disponga di reti GSM, nonché lo standard Global System for Mobile Communications, molto utilizzato in oltre 200 paesi, compreso l’Italia.

Dove acquistare iPhone USA

Se non hai ancora comprato l’iPhone americano, ma vuoi usarlo in Italia, non solo dovrai assicurarti che riporti la dicitura “unlocked“, bensì ti suggeriamo sempre di acquistarlo in uno dei negozi più comuni, quali AT&T e/o TMobile.

Se te lo stessi chiedendo, il motivo non è perché i melafonini venduti dagli altri store (per esempio Verizon o Sprint) siano fasulli, semplicemente perché più volte usufruiscono di tecnologie e di reti non adatte e predisposte al funzionamento nel Bel Paese.

Comprare iPhone in america: non dimenticare la dogana

In linea teorica, qualora avessi deciso di acquistare un iPhone unlocked negli USA che funziona in Italia e rientrarlo senza problemi, non dovresti dimenticare di dichiararlo alla dogana americana.

Il motivo è dovuto al fatto che ti verranno imposti dei dazi, ovvero delle tasse aggiunte per l’esportazione di un prodotto al di fuori degli Stati Uniti d’America. Di contro, il tanto risparmio desiderato andrebbe perso.

In effetti un metodo per evitare di dichiararlo c’è, anzi anche qualcuno in più: posarlo in tasca e possibilmente già configurato in italiano, senza la scatola con la quale lo avete comprato. La soluzione migliore sarebbe gettarla proprio, ma per questioni di garanzia posatela in valigia (ancor meglio se in quella di un’altra persona che viaggia con te). Ricordatevi che i controlli in negli aeroporti Americani sono molti severi e sanno benissimo che molti visitatori esterni vogliono comprare sul loro territorio i prodotti di tecnologia che in tutto il resto del mondo costano parecchie centinaia di euro in più.

Evitate quindi di portare con voi le scatole dei prodotti che acquistate o i loro relativi libretti di garanzia, dovete calcolare che se venite fermati e dovrete pagare le tasse doganali c’è il rischio che il prodotto vi venga a costare di più che a comprarlo in Italia.

Maurizio Festa

Maurizio si occupa di Web e di Mondo Digitale da parecchi anni, apre Supercellulari nel 2018 per provare a spostare l'asticella dell'interesse commerciale su argomenti meno noti alla massa è più di settore.

Read Previous

Conviene comprare la PS4? Qual è il miglior modello?

Read Next

Ios13, ecco le prime impressioni

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *