Wannacry Ransomware, ecco la storia del temibile virus

Si sa, quando utilizziamo un computer i nostri dati sono sempre a rischio, vuoi improvvise rotture meccaniche, vuoi virus che vengono installati visitando o scaricando materiale particolare, vuoi errori manuali da parte dell’utente, le occasioni nelle quali mettiamo a rischio i nostri dati sono moltissime.

Oggi vogliamo però parlare di ransomware informatici che negli ultimi anni hanno seminato il panico negli utenti che si sono ritrovati da un giorno all’altro il computer bloccato e i dati danneggiati in modo quasi irreparabile.

Il ransomware è un malware che prende in ostaggio il vostro computer chiedendo un riscatto da pagare in bitcoin per poter utilizzare i file che vengono criptati, e di questo uno dei pionieri moderni è sicuramente il Ransomware Wannacry. L’evoluzione pesante rispetto ai classici virus è l’estorsione legata al criptaggio dei file presenti sul disco, mentre una volta con i vecchi virus il contenuto diventava inutilizzabile se non si prendevano in tempo, ora i file vengono legati con chiavi di cifratura impossibili da decifrare, rendendo l’infezione una vera e propria estorsione.

34,79€
59,99
disponibile
16 nuovo da 32,95€
Amazon.it
Spedizione gratuita
46,66€
69,99
disponibile
11 nuovo da 44,50€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il Novembre 23, 2019 2:56 am

Ransomware Wannacry, quanti danni ha fatto?

Di virus per computer ne escono di nuovi ogni giorno, dai più blandi a quelli che vengono ” Sistemati ” quotidianamente nei vari aggiornamenti che le case produttrici di antivirus fanno, l’antivirus diventato ormai un programma fondamentale se vogliamo cercare di dormire sonni tranquilli.

Il principale virus che molte aziende si ricordano per aver messo in ginocchio i propri documenti è sicuramente Wannacry, un virus che ha visto la luce nei primi mesi del 2017, arrivando ad infettare nei primi due mesi circa 230.000 dispositivi in oltre 150 paesi, non stiamo parlando di un virus pericoloso nella sua massima espansione ma di uno dei primi virus che prendeva in riscatto il computer, invitando la vittima a pagare tramite bitcoin un riscatto per vedersi sbloccare i file legati al virus. Essenzialmente è stato uno dei primi malware a prendere in ostaggio il computer e i suoi utenti; purtroppo molti di questi hanno pagato non vedendosi mai sbloccare effettivamente i file criptati.

Il virus informatico Wannacry non era mai ad effetto istantaneo come i classici virus, ma dopo aver scaricato il file infetto, il virus in diversi passaggi si installa nel tuo computer è compie alcune funzioni programmate in modo da contaminare in modo definitivo tutti i file del computer.

Come prevenire i danni da ransomware Wannacry?

Essenzialmente avete una sola possibilità per salvare i vostri documenti, salvarli online su piattaforme digitali come Dropbox o Drive di Google, non esistono molte alternative anche perché chi crea ransomware è sicuramente un passo avanti rispetto alle case produttrici di antivirus, quindi l’unica soluzione per non dover piangere la perdita dei vostri amati file è quella di programmare un salvataggio periodico che possa essere caricato su piattaforme che non possono essere infettate anche in caso di caricamento di file infetti.

Essenzialmente uno dei modi più semplici per evitare di essere intaccati dal ransomware Wannacry è quello di utilizzare un computer che non abbia un sistema operativo Microsoft, infatti ad oggi solo il sistema operativo lanciato da Bill Gates è soggetto all’infezione proveniente da ransomware, una brutta gatta da spelare per chi, per lavoro è obbligato ad utilizzare un computer targato Microsoft.

Bisogna fare attenzione alle email che riceviamo, principalmente il virus viene legato a finte fatture di aziende e/o pdf di corrieri, quest’ultimo trucco ha fatto una vera è propria strage visto il grosso quantitativo di spedizioni che avvengono ogni giorno in Italia. Una volta scaricato il file non noterete grosso modo nessuna modifica nel vostro computer, serviranno infatti alcuni riavvii per far in modo che il Ransomware si attivi in modo completo e metta k.o. tutto il vostro computer.

Potrebbero esserci ancora infezioni a causa di Wannacry? statisticamente alcune indicazioni dicono che ci sono ancora 1,7 milioni di dispositivi che non sono stati aggiornati con le patch di sicurezza, rimanendo quindi pronti per essere infettati dal malware anche se sono già passati due anni dal suo picco di diffusione.

Se avete un computer con s.o. Windows che non aggiornate spesso, il nostro consiglio è quello di fargli fare tutti gli aggiornamenti obbligatori per evitare che venga infettato da virus che sfruttano alcune falle del sistema operativo che state usando.

34,79€
59,99
disponibile
16 nuovo da 32,95€
Amazon.it
Spedizione gratuita
46,66€
69,99
disponibile
11 nuovo da 44,50€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il Novembre 23, 2019 2:56 am

Maurizio Festa

Maurizio si occupa di Web e di Mondo Digitale da parecchi anni, apre Supercellulari nel 2018 per provare a spostare l'asticella dell'interesse commerciale su argomenti meno noti alla massa è più di settore.

Read Previous

Fare influencer marketing su Amazon: quanto si guadagna?

Read Next

Photoshop per Ipad, ora disponibile sull’Apple Store

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *