5 Consigli per salvare la batteria del vostro smartphone

Ormai con l’avvento degli ultimi smartphone la batteria risulta sempre l’elemento debole della catena, e cercare di salvarla e preservarla per almeno due anni sembra una vera e propria impresa da titani, vediamo insieme questi 5 consigli per salvare la batteria del vostro smartphone.

Ecco i 5 consigli per salvare la batteria;

  1. Evita lo stacca-attacca
    Quando siamo in giro evitiamo di attaccare e staccare continuamente il connettore del vostro smartphone, se ogni volta che vi spostate in una stanza o salite in macchina mettete a ricaricare il vostro cellulare rischiate di portare i cicli di ricarica ad esaurirsi, compromettendo cosi la durata della vostra batteria sensibilmente.
  2. Evitate di ricaricarlo quando è caldo
    Ormai gli smartphone sono delle vere e proprie console portatili, basti vedere il Black Shark 2 della XIAOMI che offre 10 gb di ram quasi dedicati solo al gioco, quando facciamo una sessione importante di gioco il telefono raggiunge naturalmente temperature molto più alte, in queste situazioni è sempre meglio evitare di caricare a lungo il nostro smartphone, le moderne batterie al litio temono molto il calore e queste azioni prolungate potrebbero minare la resistenza della batteria del vostro smartphone.
  3.  Evitate di utilizzare i caricatori fast
    Se normalmente ricaricate il vostro smartphone di notte, cercate di utilizzare dei caricatori a 5V in modo che optino per una carica più lenta ma che non crei grossi problemi alla batteria del vostro telefono. I caricatori con tecnologia fast di ricarica sono ottimi nelle emergenze, ma per un utilizzo quotidiano possono portare la batteria del nostro smartphone a consumarsi molto velocemente.
  4. Fate attenzione ai cavi e ai caricatori
    Tutti almeno una volta abbiamo comprato un caricatore di marca Cinese o una semplice copia in qualche negozio per risparmiare qualche euro, ma se abbiamo comprato uno smartphone da oltre 900 euro ci sembra veramente incredibile rischiare di doverlo buttare per risparmiare qualche euro.

  5. Ricarica Wireless si ma con le dovute attenzioni
    La ricarica Wireless è sicuramente una funzione molto comoda per chi si sposta in diversi luoghi senza portarsi dietro un singolo caricatore, apponendo le basi di ricarica Wireless nelle varie stanze che frequentiamo ci consentirà anche di risparmiare alla presa di ricarica del telefono numerosi plug giornalieri.

 

Sfatiamo i falsi miti sulle batterie degli smartphone

Chiunque abbia comprato un telefonino almeno 7-8 anni fa si sarà sentito dire dal venditore che il telefono alla prima ricarica doveva rimanere almeno 12 ore connesso alla presa di corrente. Questo fatto era dovuto alle batterie contenute nei telefoni fino alla rivoluzione delle batterie al litio.
Con gli ultimi modelli di batterie non è più necessario lasciare lo smartphone per la prima ricarica collegato alla corrente per 12 ore.

Se notate, quando andate ad acquistare un telefono nuovo lo troverete già con un livello di carica di circa il 50%, infatti le nuove batterie al litio non andrebbero mai caricate al 100% ma nemmeno fatte scaricare del tutto. Bisogna cercare di mantenere un livello di ricarica tra il 20 e l’80% della batteria, per evitare sia che la batteria sia troppo carica in continuazione e sia che il cellulare arrivi ad un livello troppo basso.
Cercate di portare con voi un powerbank da almeno 6006 mah per evitare che lo smartphone arrivi a scaricarsi completamente e portare la batteria ad esaurirsi completamente.

 

 

27,97€
29,99
disponibile
1 nuovo da 27,97€
1 usato da 24,16€
Amazon.it
Spedizione gratuita
21,99€
39,99
disponibile
3 nuovo da 21,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
30,99€
disponibile
1 nuovo da 30,99€
2 usato da 27,27€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il dicembre 16, 2018 12:12 pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *