Costo AirPods Pro

Costo AirPods Pro di Apple

Per qualcuno il costo delle AirPods Pro potrebbe essere eccessivo, mentre per tanti altri, in vista del Black Friday 2019 e delle promozioni natalizie è indispensabile conoscere le sue caratteristiche e se varrà la pena acquistarle.

In questo articolo ti facciamo una breve panoramica sulle caratteristiche delle nuove cuffie in ear di Apple e se quest’ultime sono davvero convenienti. Al di là del fatto che conosciamo i motivi per cui Cupertino applica prezzi superiori rispetto ai concorrenti, il prezzo delle AirPods è giusto?

Il costo delle AirPods Pro di Apple è spropositato

Purtroppo secondo il parere del magazine statunitense Consumer Report il costo delle AirPods Pro di Apple sarebbe spropositato, tanto che gli auricolari Galaxy Buds, senza fili e bluetooth della concorrente Samsung, si posizionerebbero prima di quelle di Apple.

Il motivo sarebbe legato ad una netta miglioria della qualità audio. Nonostante le cuffie di Cupertino siano migliorate e abbiano in più la cancellazione attiva del rumore e di sentire ciò che accade nell’ambiente attorno (funzione detta Trasparenza) ciò non sarebbe sufficiente per ottenere un punteggio superiore alle Buds.

236,22€
245,00
disponibile
1 nuovo da 279,00€
2 usato da 236,22€
Amazon.it
Spedizione gratuita
139,00€
179,00
disponibile
4 nuovo da 139,00€
18 usato da 129,27€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il Aprile 8, 2020 7:27 am

Prezzi AirPods Pro, Galaxy Buds e Amazon Echo Buds a confronto

Al di là che tu stai cercando i migliori auricolari bluetooth per fare sport o semplicemente per intrattenere i tuoi momenti di noia, secondo gli esperti del magazine americano i punteggi da attribuire (in ordine di qualità audio) sarebbero i seguenti:

  1. Samsung Galaxy Buds – 86 punti al prezzo di €149
  2. Apple AirPods Pro – 75 punti al prezzo di €279
  3. Amazon Echo Buds – 65 punti al prezzo di $130

C’è da fare una premessa in merito agli auricolari del colosso dell’e-commerce, quest’ultimi comprendono anche il noise cancellation come nelle AirPods Pro di Apple, ma non sono ancora vendute in Italia, ma esclusivamente negli USA.

Mentre le Samsung Galaxy Buds si posizionerebbero al primo posto (nonostante non abbiano le due funzioni delle cuffie in ear di Cupertino) per una qualità audio nettamente superiore, addirittura il report del magazine lo definisce “un paragone impareggiabile“.

Per chi vanno bene le AirPods Pro di Apple?

Al di là del loro prezzo, certamente le cuffie AirPods Pro di Apple non sono consigliate agli audiofili, ovvero quelle persone che pretendono l’eccellenza in termini di riproduzione sonora. Gli unici due motivi per cui ti consiglieremmo l’acquisto sono:

  1. ANC (Active Noise Control): la cosiddetta cancellazione attiva del rumore fa sì che ogni suono che non sia il brano in riproduzione, venga abolito. Basti pensare che qualcuno attiva questa funzione anche per rilassarsi al parco senza ascoltare musica e abbandonarsi a se stesso.
  2. Trasparenza: l’opposto dell’ANC, ovvero potrai riprodurre i tuoi brani preferiti, ma senza cancellare il rumore dell’ambiente che ti ricorda. Naturalmente ti suggeriamo di attivarlo per questioni di sicurezza (se fai attività sportiva per strada, se sei prossimo a stazioni o metro) etc.

Cambiare funzionalità è davvero semplice, infatti ti basterà pressare la parte dello stelo della cuffia in modo tale da variare a seconda delle tue esigenze. E tu cosa ne pensi del costo delle AirPods Pro? Ti sembra esagerato oppure investiresti volentieri?

236,22€
245,00
disponibile
1 nuovo da 279,00€
2 usato da 236,22€
Amazon.it
Spedizione gratuita
139,00€
179,00
disponibile
4 nuovo da 139,00€
18 usato da 129,27€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il Aprile 8, 2020 7:27 am

Danilo

su Supercellulari si occupa di redigere testi in ottica SEO, con posizionamento keyword, segue blog Internazionali per servire ai lettori di Supercellulari notizie fresche e Leak interessanti per i nostri visitatori.

Read Previous

Le migliori applicazioni Android per pulire la cache e liberare spazio

Read Next

Google Stadia fallisce al lancio, primi problemi con codici invito

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *