Power Bank con Pannello Solare

Power Bank con Pannello Solare

La nuova moda dei Power Bank con Pannello Solare sta diventando sempre più diffusa, ma sono realmente convenienti?

Insieme scopriremo i vantaggi e gli svantaggi rispetto ad un caricatore portatile con batteria classica.

Questa nuova tipologia di dispositivi rientrano certamente tra i caricatori più affidabili. Ma cerchiamo di capire meglio se possono fare al caso tuo o è meglio acquistare o tenersi, un power bank tradizionale.
Ovviamente questo tipo di powerbank solare si sposa molto agli amanti della montagna e delle escursioni in tenda, quindi se avete un fidanzato o marito appassionato della natura potrete sicuramente fargli questo caricatore solare come regalo di natale o a qualche evento particolare.

Power Bank con Pannello Solare: vantaggi e svantaggi

Prima però di analizzare e chiederci quale sia il miglior power bank con pannello solare, le domande da porci sono molteplici: quanto autonomia possiede? Quali sono i tempi di ricarica con l’energia solare? Qual è il costo da sostenere?

Come funziona il power bank solare?

Sia chiaro, nonostante i caricatori esterni portatili possano ricaricarsi grazie alla luce solare per via del pannello appunto solare, ciò non significhi che questa soluzione sia sufficiente per garantire una buona autonomia.

Infatti sarà necessario portare con se un cavo USB per caricare il proprio Cellulare e salvaguardare la batteria del vostro smartphone. Un altro fattore che incide maggiormente è quanto i raggi solari siano potenti da consentire al pannello di ricaricarsi.

In ogni caso, anche sotto il sole con 40 gradi, difficilmente il power bank con il pannello solare riuscirà ad effettuare una carica del 100%, non per una limitata potenza ma per una naturale conformazione del powerbank solare che nasce come strumento d’emergenza.
Per portare a termine tale ciclo servirebbe quanto meno una settimana, ma nonostante ciò, non ti nascondiamo che resta sempre una soluzione efficiente sopratutto in casi estremi e per esigenze particolari.

Non troppo ergonomico

Al di là della batteria integrata più o meno grossa, uno dei problemi dei caricatori portatili a energia solare potrebbe essere la loro dimensione.

Solo il pannello solare può risultare ingombrante, e certamente non sono dispositivi slim, ma pur sempre utili se viaggi spesso in condizioni estreme o in assenza di spine dove caricare il vostro smartphone.

Negli ultimi tempi, c’è da dire che sono nati power bank con pannello solare molto flessibili e dalle dimensioni piuttosto contenute.

Un esempio è il dispositivo RAVPower RPPC005, grazie al pannello sezionale risulta molto facilmente piegabile e chiudibile quasi come se fosse un portafoglio, quindi si può anche adattare e appendere in base alla posizione del sole o comunque adattarlo alle nostre esigenze.

Quanto costa un powerbank con pannello solare?

Se stai cercando il miglior power bank con pannello solare su amazon, non pensare di trovarlo a €10,00. Sicuramente i più efficienti partono da una base di €20,00 e quelli dalle performance invidiabili possono arrivare anche a costare €300,00, cerca pure di comprare una via di mezzo che possa non far considerare i soldi spesi come buttati.

Sia chiaro, il prezzo dipende da una serie di fattori, che ne determinano soprattutto la qualità dei materiali con il quale viene prodotto sia il pannello solare sia la batteria che deve elaborare la corrente per ricaricare il vostro smartphone.
Poi entrano in gioco diverse caratteristiche che dovete tenere in considerazione nella vostra scelta, quali: il voltaggiomAh, dimensioni, entrate USB, impermeabilizzazione, agganci a prese elettriche e altri comfort ideali che lo potrebbero rendere un prodotto veramente efficiente.

Se vogliamo un caricatore affidabile con i pannelli solari dobbiamo mettere in conto di spendere almeno un cinquanta  euro.
Una spesa inferiore potrebbe significare di comprare un bel giocattolo ma per un utilizzo molto sporadico. 

E tu hai già avuto esperienze con i caricatori portatili ad energia solare? Scrivilo nei commenti e dacci la tua opinione.

Maurizio Festa

Maurizio si occupa di Web e di Mondo Digitale da parecchi anni, apre Supercellulari nel 2018 per provare a spostare l'asticella dell'interesse commerciale su argomenti meno noti alla massa è più di settore.

Read Previous

Come assemblare un PC da gaming: tutti gli acquisti necessari

Read Next

L’iPhone XR ha la batteria con maggior durata, come fa?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *