Quante volte hai sentito dire che la modalità notte consuma meno batteria del solito? In verità potremmo definirla una mezza verità e in questa guida ti spiegheremo il motivo e se davvero vale la pena applicarla.

Il trend della dark mode è quello di scurire lo schermo su WhatsApp e su tantissime altre applicazioni: da YouTube a Telegram e così via. Ma ha davvero senso per aumentare l’autonomia della batteria? Allora ti starai chiedendo, è meglio la modalità chiara o scura?

La modalità scura risparmia batteria su tutti gli smartphone?

Chiariamo un concetto, la modalità scura risparmia batteria sia su un iPhone che su un Samsung, così come qualsiasi altro brand. Quello che è importante ed essenziale (per garantire efficienza), è avere un device dotato di schermo OLED.

Sia sui display OLED che AMOLED, la dark mode sembrerebbe garantire ottimi risultati in termini di autonomia della batteria. Questo perché essi sono progettati per fare in modo che ogni pixel venga illuminato individualmente.

Dunque, i pixel risulteranno come se fossero “spenti“, di conseguenza l’energia impiegata sarà di gran lunga inferiore rispetto ad uno schermo totalmente illuminato.

Assodato questo, quanto si risparmia effettivamente in batteria? Secondo alcune fonti su YouTube ed in giro per il web, alcune testimonianze affermerebbero di aver utilizzato lo smartphone un’ora in più circa al giorno.

Questo però, a due condizioni:

  1. Utilizzare la modalità dark mode in modo continuativo (non salturiamente);
  2. La modalità scura dovrà essere di color “notte puro“, e non come nelle app di iOS, dove somigliano più ad un grigio.

La modalità notte consuma più o meno batteria? I test su iPhone e Samsung

Ma alla fine dei giochi, la modalità notte consuma più o meno batteria? Conviene per davvero utilizzarla su ogni smartphone? Sì, a patto che (come già detto), lo schermo del device sia AMOLED o OLED. Vorremmo mostrarti un esempio pratico testato su iPhone 11 Pro MAX e un Samsung A7 2018.

Il device di Apple con due ore in dark mode di YouTube, Twitter ed Instagram, aveva l’88% di carica residua, mentre con la modalità luminosa l’83%. Trascorse altre due ore, con la dark mode l’iPhone registrava un 72% di batteria, con lo schermo a luminosità standard l 57%.

Sul modello di fascia economica (soprattutto rispetto all’iPhone 11 Pro MAX), e con display Super AMOLED, si è registrato comunque un buon risparmio grazie alla dark mode. Con esattezza, con due ore di attività intensa di stories Instagram, la modalità scura ha fatto sì che la batteria consumasse il 16%, mentre con la luminosità normale, il 33%.

Mentre con i video YouTube, in dark mode il consumo è stato -22% contro il -26% della modalità standard.