Schede SIM anonime italiane

Schede SIM anonime italiane

Sei in cerca di Schede SIM anonime italiane per tutelare la tua privacy e non far sapere chi sei? Ti spiegheremo come funzionano, se sono o meno illegali e tutto quello che bisogna fare per poterle acquistare.

Da tempo si discute su quanto queste carte telefoniche possano essere utilizzate o meno. Il problema è che infrangerebbero la Legge Pisanu da cui si evince chiaramente quanto segue:

Prima dell’attivazione del servizio, al momento della consegna o messa a disposizione della occorrente scheda elettronica (S.I.M.). Le predette imprese adottano tutte le necessarie misure affinché venga garantita l’acquisizione dei dati anagrafici riportati su un documento di identità, nonché del tipo, del numero e della riproduzione del documento presentato dall’acquirente, ed assicurano il corretto trattamento dei dati acquisiti.”

Come funzionano le schede SIM anonime

Come ti abbiamo mostrato precedentemente, la Legge Pisanu sostiene che ogni scheda SIM italiana prima di essere venduta, venga registrata con il nominativo reale dell’intestatario. Se ciò non dovesse avvenire è un reato.

Il loro funzionamento è semplice: entri in un negozio di riparazione smartphone o informatica, il venditore previo pagamento di circa €20 con €5 di credito incluso, ti fornirà queste carte telefoniche che sono irrintracciabili.

Il numero potrà effettuare qualsiasi chiamata sul territorio italiano e il ricevente non saprà mai chi lo sta chiamando. Il problema è che spesso vengono usate per commettere illeciti tra cui estorsioni, spaccio di sostanze stupefacenti e altri reati.

Insomma, le schede SIM anonime italiane funzionano come una tradizionale, infatti anche il procedimento per sbloccare la carta è uguale.

Dove vengono comprate le carte telefoniche irrintracciabili?

Al di là che tu le stia cercando a Roma, Napoli o dai cinesi, al giorno d’oggi è chiaramente indifferente. Infatti dopo le indagini effettuate sull’assenza di sicurezza delle Simbox Iliad, i venditori continuano ad essere presenti su Amazon e perfino Ebay.

Quello che potrebbe sembrare ancora più assurdo è che tra gli operatori di rete figurano brand importanti quali Vodafone e Lycamobile. In un recente servizio televisivo è stato chiesto ad un avvocato se tale operazioni fosse illegale.

Anche quest’ultimo confermò l’illecito. Infatti una scheda SIM irrintracciabile renderebbe più complessa la ricerca di atti non consentiti dalla legge. Immagina quindi la gravità qualora vengano usufruite per “possibili attentati“.

Ancora oggi nel 2019 le schede SIM anonime sono reperibili online nonostante la legge lo vieti. Chiaramente un acquisto su internet potrebbe pregiudicare la totale assenza di privacy, dato che si potrebbe risalire all’indirizzo IP e alla rete Wi-Fi.

Per aggirare tale ostacolo molti venditori abusivi scendono nelle grandi piazze e stazioni centrali di grande città, per poter commercializzare queste carte telefoniche anonime. Tu ne hai mai acquistata una?

Danilo

su Supercellulari si occupa di redigere testi in ottica SEO, con posizionamento keyword, segue blog Internazionali per servire ai lettori di Supercellulari notizie fresche e Leak interessanti per i nostri visitatori.

Read Previous

Meglio Outlook o Gmail

Read Next

Google regala Nest Mini

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *